IL PROGETTO

Il bacino agroalimentare italiano è davvero interessante, unico nel suo genere, per biodiversità, qualità e tradizione, contruite nel tempo. Prodotti di eccellenza che  avrebbero potenzialità di emergere e affermarsi se affiancati da innovazione e promozione adeguata; prodotti tipici che potrebbero conquistare spazi nel  mercato, non solo interno, potendo affrontare la competizione in maniera qualificata; su questa prospettiva, rafforzata dal crescente interesse per prodotti originali e genuini per una alimentazione personalizzata di qualità, è stata tracciata la missione di EATALIVE.it, il Paniere d’Italia.

EATALIVE, il Paniere d’Italia è strettamente connesso a ITALIVE.it, il territorio dal vivo, il programma di promozione turistica e culturale (sostenuto da Autostrade per l’Italia, progettato da ConsumerLab con la collaborazione di Coldiretti; con i patrocini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo e del Ministero dell’Ambiente) che informa dal 2011 gli automobilisti su quello che accade nel territorio quando lo attraversano; un calendario aggiornato dei migliori eventi organizzati, sottoposti alla valutazione del pubblico, che ha spontaneamente richiesto di estendere l’attenzione alla produzione agroalimentare.

In risposta a questa richiesta, sulla scia dell’esperienza decennale di ITALIVE.it, nel 2018 è nato EATALIVE.it, il Paniere d’Italia;  un portale dove vengono raccolte le segnalazioni di prodotti agroaloimentari scoperti dai Consumatori, appassionati, buongustai, esperti (foodies), successivamente verificate e filtrate da critici qualificati;  una emozionante caccia al tesoro per nuove esperienze di gusto, per arricchire il ricordo del  viaggio esteso alla tradizione locale.

Ogni prodotto segnalato, pubblicato con una scheda descrittiva, è stato ammesso alla votazione online sul portale EATALIVE.it, il Paniere d’Italia; è stato votato, oltre che dal pubblico raccolto direttamente dai social, da quello degli automobilisti (oltre un milione) che frequentano ITALIVE.it, il territorio dal vivo.

Nel 2019 sono stati 1.024 i prodotti segnalati. I 40 prodotti, più votati e con un rating migliore da 23.650 Consumatori, hanno composto Il Paniere d’Italia 2019. Un successo per il numero zero!

Nel 2020 i prodotti segnalati al 30 ottobre sono saliti a 1.322; le votazioni sono state aperte dal 1 novembre scorso. Il secondo Paniere d’Italia verrà composto il prossimo marzo 2021, con i 40 prodotti più votati e con un rating migliore.

La parola chiave che accomuna i prodotti selezionati è Genius Loci, la capacità di estrarre i valori identitari di un territorio e della sua tradizione culinaria. Genius Loci come motore della Customer Experience nel rispetto della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

EATALIVE.it, Il Paniere d’Italia, valorizza le tradizioni più radicate nei territori unite alla capacità del “fare bene”;  la biodiversità e la cultura delle tradizioni sono gli elementi distintivi del Brand Italia e punti di forza dell’offerta Paese; vanno quindi posti al centro delle politiche di sviluppo.

Il sistema turistico Nazionale deve migliorare la sua competitività, generare più valore aggiunto, incrementare la quantità e la qualità dell’offerta, promuovendo la scoperta di luoghi e prodotti della tradizione meno conosciuti.

I prodotti tipi locali si adeguano con difficoltà al commercio moderno, impostato sulla grande distribuzione, sulle reti commerciali organizzate, sul commercio elettronico.

Il turismo agroalimentare, raccontato da EATALIVE.it fa sistema con il turismo culturale (edutainment) raccontato da ITALIVE.it; le due inziative insieme attivano  un percorso originale di accreditamento e sviluppo delle produzioni tipiche dei territori meno frequantati.

Ovunque nel mondo la tradizione culinaria del nostro Paese è considerata al top, tanto per la qualità quanto per il gusto tipico e genuino. Ci sono centinaia di prodotti eccellenti, espressione di tradizioni e culture, che rimangono confinati nell’ombra. Non hanno la forza di entrare nella grande distribuzione, nei circuiti distributivi organizzati o avviare un commercio elettronico; se non altro per la loro ridotta dimensione e la limitata organizzazione artigianale, quasi sempre familiare.

 

OBIETTIVI DI SVILUPPO

Il cambiamento conseguente all’epidemia post Covid-19 ha dato un forte impulso ai prodotti tipici della tradizione locale, superando il valore dell’8% delle vendite alimentari della Gdo.

Una sorta di confort nelle tradizioni per un ritorno alle proprie radici, rassicuranti, per recuperare l’emozione di gusti identitari con cui aportare anche sostegno alle produzioni locali.

Le vendite all’esterno della Regione di appartenenza tende a crescere di oltre un terzo del totale, anche trainate dal private label che si afferma proprio valorizzando le biodiversità e le specialità locali con linee premium per qualificare l’assortimento degli scaffali.

Dopo l’avvio della prima edizione, che ha dato ottime prospettive di successo, il progetto ha tre obiettivi di sviluppo, da implementare in maniera consequenziale.

  • Promuovere la partecipazione dei Consumatori in maniera più estesa con una attività di comunicazione più evoluta ed efficace per un accreditamento del brand.
  • Sostenere l’innovazione del packaging e della comunicazione delle piccole imprese agroalimentari partecipanti. Questo lavoro consente anche di selezionare meglio quelle attività che hanno, tanto come managerialità quanto come tipologia di prodotto, le migliori possibilità di crescita.
  • Attivare, con una filiera dei migliori, una piattaforma di commercio elettronico tecnicamente organizzata tanto nella gestione, quanto nella logistica e  nella comunicazione, caratterizzati dal brand “Il Paniere d’Italia”.

Aziende

Per visualizzare l’elenco completo delle aziende partecipanti al Paniere d’Italia, clicca qui

VUOI SUGGERIRCI UN PRODOTTO?